Riflessioni sull'anno scolastico

riflettendo

Mentre un altro anno scolastico imprevedibile volge al termine, cosa possiamo imparare? I finali ci permettono di guardare indietro. Se ci prendiamo il tempo per riflettere e riflettere, sono sicuro che tutti troveremo esempi di coraggio, resilienza, creatività e impegno. Ogni persona, famiglia, scuola e comunità avrà una storia da raccontare. Questo è ciò che vediamo guardando indietro a una scuola: la Chelsea Community Hospital School. leggi di più

Vediamo una scuola che ha continuato a offrire un'esperienza completa, creativa, stimolante e incentrata sulla persona a bambini e giovani che stanno vivendo una crisi medica o di salute mentale. Le condizioni mediche e di salute mentale sarebbero state lì senza l'inizio della pandemia di Covid-19. Ciò che ha fatto la pandemia è stato rendere più difficile per la scuola svolgere il proprio lavoro, vale a dire continuare a insegnare agli studenti negli ospedali, nelle unità, nei centri e negli orfanotrofi perché erano troppo malati per frequentare le loro scuole abituali.

Nonostante le sfide lanciate da blocchi, restrizioni di viaggio, DPI, isolamento e molto, molto altro, la scuola è riuscita a raggiungere un numero enorme di bambini e giovani. Microsoft Teams, pedalare chilometri per andare al lavoro, indossare e togliere i DPI, fare telefonate, mimare le finestre, tutto ha contribuito a far sì che la scuola facesse ciò che sa fare meglio. Cioè, connettersi con bambini e giovani per dare vita all'apprendimento.

Workshop musicali con la City of London Symphonia e Wigmore Hall, sessioni di poesia con il poeta del fuoco Phillip Wells, lezioni di scienze sulle dissezioni cardiache e polmonari, un workshop con l'Opera Holland Park, un progetto di marmorizzazione di musica e arte, scrittura in geroglifici, valutazioni GCSE, Pride celebrazioni, poesie di Windrush... e l'elenco potrebbe continuare. Non sorprende che la scuola fornisca un curriculum così vario e stimolante, lo ha sempre fatto. Ciò che è sorprendente è che non poteva essere impedito di fare ciò che fa sempre. La pandemia non ha impedito che accadesse; ha semplicemente cambiato alcuni dei modi in cui poteva accadere.

Questa storia di una scuola è senza dubbio riecheggiata nelle scuole di tutto il paese che non poteva essere fermata grazie alla creatività e alla tenacia di tutta la comunità scolastica, studenti, famiglie, personale scolastico, personale ospedaliero e governanti e tutti coloro che ci sostengono attraverso la collaborazione e collaborazione.

Gli studenti sono al centro di tutto ciò che fanno le nostre scuole, sono gli studenti che ispirano e lo rendono possibile. Il futuro è ancora incerto e le sfide grandi, ma guardando indietro ed essendo ispirati da ciò che abbiamo realizzato sappiamo senza dubbio che ci sono opportunità più eccitanti e motivanti dietro l'angolo.

Il team di Well at School

Seguici

Seguici
Partecipa alla conversazione
Facebook instagram Twitter

Newsletter

Newsletter
Iscriviti per il nostro  NEWSLETTER